Glossario - C

  • CAMERA GESTAZIONALE
  • struttura che si sviluppa nelle prime fasi di gestazione contenente un embrione, solitamente all’interno della cavità uterina.
  • CANALE CERVICALE
  • parte dell'utero che mette in comunicazione la vagina con la cavità uterina.
  • CANDIDA ALBICANS
  • specie di miceti che si possono trovare in vagina, sulla mucosa dell’intestino o sulla cute. Può causare gravi infezioni (candidosi) a livello genitale sia nell’uomo che nella donna con uretriti, prostatiti, vulvo-vaginiti.
  • CAPACITAZIONE
  • fase finale della maturazione degli spermatozoi, il processo inizia a livello della cavità uterina e termina nelle tube uterine e rende gli spermatozoi capaci di attraversare gli involucri dell'uovo. Può essere ottenuta in laboratorio trattando il seme in modo da selezionare un porzione di spermatozoi mobili in grado di fertilizzare l’ovocita.
  • CARIOTIPO
  • è l’assetto cromosomico di un essere vivente. Il cariotipo normale è formato da 22 coppie di cromosomi somatici e da due cromosomi sessuali (XX o XY).
  • Cellule germinali
  • sono le cellule deputate alla riproduzione sessuale. Quando raggiungono la maturità prendono il nome di gameti.
  • CELLULA SOMATICA
  • qualsiasi cellula del corpo ad eccezione dei gameti.
  • CELLULA STAMINALE
  • cellula indifferenziata che può produrre attraverso la sua divisione una o più cellule figlie differenziate in un determinato tessuto. Le cellule staminali possono essere totipotenti (cioè in grado di formare qualsiasi tipo di cellula) o pluripotenti (capaci di formare un limitato numero di tipi cellulari).
  • CICLO MESTRUALE
  • periodo che intercorre dal primo giorno della mestruazione fino al giorno antecedente alla successiva. Consiste in un complesso di cambiamenti ciclici dell'apparato genitale femminile, allo scopo di preparare l'utero all'impianto e quindi allo sviluppo dell'uovo fecondato. Circa a metà ciclo avviene l’ovulazione, cioè la maturazione di un ovocita e il suo rilascio nelle tube di Falloppio. Quando l’ovocita non viene fecondato, non si avvia la gravidanza e lo sfaldamento dell’endometrio dà luogo alle mestruazioni.
  • CISTI OVARICA
  • cavità, all’interno dell’ovaio, con parete propria contenente prevalentemente liquido. Può essere dovuta ad una disfunzione dell’ovaio, può avere natura neoplastica, o origine endometriosica.
  • CITOGENETICA
  • studia la morfologia dei cromosomi e il cariotipo (cioè l'insieme dei cromosomi di una cellula).
  • CITOMEGALOVIRUS (CMV)
  • è un comune virus ambientale appartenente alla famiglia degli Herpes virus che nell'individuo immunocompetente è spesso asintomatico. Contratto in gravidanza può attraversare la barriera placentare e infettare il feto che non ha difese immunitarie, con gravi conseguenze compreso il ritardo mentale, problemi epatici, sordità.
  • CITOPLASMA
  • matrice acquosa colloidale che si trova compresa tra la membrana plasmatica e la membrana nucleare.
  • CHLAMYDIA TRACHOMATIS
  • è un batterio sessualmente trasmesso. L'infezione è spesso asintomatica, ma se trascurata, nella donna può portare, dal 10 al 40% dei casi non trattati, alla malattia infiammatoria pelvica (P.I.D. Pelvic Inflammatory Disease) con compromissione a lungo termine della funzionalità tubarica e della fertilità. La diagnosi è possibile con un tampone cervicale.
  • CLOMIFENE
  • farmaco, ad uso orale, in grado di aumentare la produzione endogena delle gonadotropine, e quindi in grado di indurre la crescita dei follicoli.
  • colposcopia
  • consiste nello studio del tratto genitale femminile inferiore (vulva - vagina - cervice uterina). Si esegue utilizzando il colposcopio, un particolare microscopio che consente la visualizzazione delle suddette strutture allo scopo di evidenziare lesioni altrimenti non visualizzabili ad occhio nudo. L'esame è indolore ed è articolato in tre fasi. Primo, studio della vulva, delle pareti vaginali e del collo dell'utero. Secondo, applicazione di una soluzione diluita di acido acetico che permette di far coagulare il muco cervicale sugli epiteli vaginale e cervicale per evidenziare la eventuale presenza delle cosiddette "zone bianche" e la loro vascolarizzazione, spesso non visibili ad occhio nudo e senza preparazione. Queste zone, se presenti e quando hanno determinate caratteristiche, si devono considerare sospette per infezioni da papillomavirus (HPV) e possono essere indice di alterazioni cellulari più o meno gravi, tanto che vanno sempre studiate ed eventualmente asportate. Infine viene effettuato il test di Shiller (applicazione di una soluzione particolare a base di iodio, liquido di lugol, che induce una colorazione scura e brunastra all'epitelio normale della vagina e della cervice). Le zone bianche precedentemente evidenziate con il test all'acido acetico, non si colorano con il liquido di lugol; questa è una ulteriore conferma della necessità di eseguire una biopsia ed eventualmente asportarle o distruggerle.
  • CONCEPIMENTO
  • processo che incomincia con la fusione dei due gameti (fecondazione) e porta all'impianto della blastocisti.
  • CONDILOMI
  • infezione venerea causata dal HPV (Human Papilloma Virus). Provoca, nell’uomo, escrescenze carnose (verruche) sui genitali e sull’ano; nella donna, lesioni a carico del tratto genitale femminile inferiore.
  • CORPO LUTEO
  • formazione che si costituisce nell’ovaio dopo l’ovulazione, allo scoppio del follicolo. Esso è costituito da cellule che secernono progesterone (questo ormone presente nella seconda fase del ciclo determina una proliferazione delle ghiandole endometriali). Il corpo luteo cessa la propria attività secernente e degenera in caso di assenza di gravidanza; in caso di concepimento rimane invece attivo e continua a secernere ormoni circa sino al sesto mese di gravidanza (corpo luteo gravidico).
  • CRIOCONSERVAZIONE
  • permette il mantenimento nel tempo della vitalità cellulare (embrioni o gameti) mediante conservazione a bassa temperatura (in azoto liquido a -196°C).
  • CRIPTORCHIDISMO
  • mancata discesa nello scroto di uno o di entrambi i testicoli che non migrano correttamente ma restano, a vari livelli, all’interno dell’addome. La produzione ormonale resta inalterata, ma può causare infertilità per un blocco della maturazione degli spermatozoi.
  • Criptozoospermia
  • assenza di spermatozoi nell’eiaculato ma presenza di rari spermatozoi dopo centrifugazione.
  • CROMOSOMI
  • componenti del nucleo costituiti da filamenti di DNA a doppia elica, sono la sede del patrimonio genetico, visibili durante la divisione cellulare.
  • Cumulo OOFORO
  • Gruppo di cellule che circondano l’ovocita all’interno del follicolo.